Domande oziose

E due. Come parla! Come parla! Le parole sono importanti!”

Nanni Moretti, Palombella rossa, 1989.

.

.     Un grande accademico, il prof. Antonino Colajanni, emerito di Antropologia culturale, disse una volta in classe le seguenti parole:

.    “Non esistono domande stupide, solo risposte stupide. Qualunque cosa gli studenti chiedano, hanno le loro ragioni a chiederlo”.

.    Ogni tanto mi rivengono in mente.


Madrid, marzo 2015. Universidad Autónoma. Máster en Historia y Ciencias de las Antigüedades. Lezione di un corso chiamato “Historia social del mundo romano: Historia y Género”.

.

Caso 1: Si parlava della cerimonia degli sponsalia, per la quale due persone si facevano una formale promessa di matrimonio. A volte accadeva che fossero bambini piccoli, guidati e obbligati dal pater familias; in tal caso, dovevano comunque dare il proprio assenso.

.    Studente 1 ha i baffetti e il pizzetto, e un aria tronfia da diventare buffa; in ciò ricorda il capo della delegazione spagnola che nel film Elizabeth si reca baldanzoso a chiedere la mano della Regina Elisabetta. Alza la mano:

.    “Ma i bambini potevano protestare e minacciare per non farlo? Che ne so, dire ‘Se me lo fate fare smetto di respirare‘? ”.

.

Caso 2: Si parlava del principio di auctoritas del pater familias.

.    Studente 2 è modaiolo. Lo è in tutto, nel taglio dei capelli, nei vestiti, nei pensieri e nelle opinioni, nell’attenzione alle problematiche sociali. Alza la mano:

.    “Professoressa, ma quando un pater familias veniva giudicato per violenza di genere…”.

.

.    Ecco professore, riparliamone.

.    Siamo pure a un Master.

Advertisements

2 Comments

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s